Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Tammurriata. Riti e Miti di una Sirena Millenaria

Tammurriata. Riti e Miti di una Sirena Millenaria

Recensione di Yvonne Carbonaro su Albatros Magazine

“Tammurriata – Riti e Miti di una Sirena Millenaria” s’intitola il libro che Cosimo Alberti ha pubblicato con Valtrend Editore e che si avvale di una bella ed elogiativa prefazione di Marcello Colasurdo che lo dichiara suo allievo e sodale. La quarta di copertina così riporta: “Dalla realtà alla fiction, l’autore ha il merito di aver fatto approdare la tammurriata in TV nella soap opera più longeva del piccolo schermo: Un posto al sole. La tammurriata, che egli interpreta con tutto se stesso, è un meraviglioso equilibrio tra passione, amore ed emozione che si intrecciano e si fondono in una alchimia tra musica, canto e ballo. È un racconto danzato che si ripete in occasione delle festività devozionali, più e più volte durante il corso dell’anno. È un’antica danza tradizionale della Campania, di origine contadina, detta anche canto e ballo sul tamburo, appartenente alla famiglia delle tarantelle dell’Italia meridionale, da cui però si differenzia sia nella struttura musicale che in quella coreutica”. Il volume si compone di tre parti: “La Sirena Danzatora” in cui è narrata la storia della tammurriata dalle origini ad oggi in occasione delle feste religiose, e la storia della pizzica. La seconda: “Chi t’’o conta ‘nce mette ‘a jonta” si compone di una breve raccolta di racconti: cinque per l’esattezza. Infine la terza “Santa Partenope dei dannati” è dedicata alla poesia.

È in veste di poeta, infatti, che vari anni fa ho conosciuto Cosimo Alberti che mi chiese di recitare dei suoi versi contestualmente alla presentazione che svolgevo in forma itinerante dei quadri di grandi proporzioni di una sua amica pittrice esposti nelle storiche spaziose cantine della Villa Bruno a San Giorgio a Cremano. L’ho ritrovato attore in piccoli teatri d’essai e l’ho poi visto in TV in “Un posto al sole” nelle vesti, anzi nella divisa, del vigile Cerruti. Nel frattempo era diventato danzatore, il termine esatto è “ballatore”, e maestro di tammurriata esibendosi in feste, spettacoli di strada e in televisione. Una carriera variegata e pluridisciplinare, dunque, che non può non sorprenderci piacevolmente anche perché, va detto, egli si dedica a ciascuna delle suddette forme espressive con grande professionalità e con successo. È inoltre molto intraprendente e spigliato e la battuta pronta e salace gli consente di dominare le situazioni e di creare intorno a sé un clima di simpatia e divertimento. Le danze popolari campane sono la sua passione, lo si capisce da come ne parla, da come le insegna nelle apposite scuole e dalla scioltezza e padronanza con cui le esegue offrendo un grande contributo alla diffusione di una forma di cultura ed espressività in cui il linguaggio del corpo, la gestualità e il ritmo musicale si intrecciano con remote e pur sempre attuali ritualità religiose. Si tratta di ritualità che affondano sì le radici in epoche antichissime fine dai tempi del culto alla Dea Madre ma che, mediante un’azione sincretica, si ripropongono nei secoli quasi invariate pur nelle variazioni del culto che si è poi rivolto alla Madonna, anzi alle varie Madonne della Campania a partire da quella di Montevergine. La presentazione del libro nella Sala Gemito, con l’intervento del Sindaco de Magistris, si è svolta in forma di spettacolo, con musiche e danze della tradizione magistralmente eseguite dallo stesso Alberti con graziose ballatrici e con ballatori accompagnati dal vivo dal canto e dal suono sul tamburo del maestro Colasurdo. Alcuni attori di “Un posto al sole” tra cui Raffaele Imparato, Antonella Prisco, Lara Sansone hanno letto brani e versi tratti dalle tre parti del volume. A chiusura nell’ampio spazio della sala molti dei presenti si sono divertiti a ballare liberamente le tammurriate e la festa è continuata.


Valtrend - I campi del sapere srl
Sede legale: Via Santissimi Apostoli 3, 80138 - Napoli
P.IVA: 06902741211 - Rea: NA-847193
Contatti: 334.5302504 – 347.8681535 info@valtrend.it
Traduci »